Melanzane alla parmigiana

IMG_0232
melanzane alla parmigiana
Ciao belli!
La mia amica Cinzia, napoletana doc, mi ha dato un suggerimento che mi ha permesso di correggere la storica ricetta tramandatami da nonna Dida delle melanzane alla parmigiana.
Per la preparazione di questo piatto Nonna Dida friggeva le melanzane  passandole precedentemente nell’uovo e nella farina.
Ad oggi vi propongo la variante che rende il piatto più gustoso nel rispetto della tradizione napoletana.
La frittura delle melanzane avviene solamente nell’olio di semi di arachidi senza precedente infarinatura.
Impiatteremo le melanzane senza passarle alla cottura in forno.

Ingredienti (x 4 persone):

2 grandi melanzane
1 cestino di pomodorini a grappolo
1 provola latticino napoletana o mozzarella di bufala
Basilico q.b.
Parmigiano Reggiano grattugiato q.b.
olio di arachidi

 

Preparazione:

Spaccare in due i pomodorini e metterli su una teglia, condirli con poco sale, zucchero e olio e farli appassire a bassa temperatura in forno.
Tagliare la provola a dadini.
Tagliare a fette le melanzane e friggerle nell’olio di arachidi, una volta fritte e asciugate nella carta per togliere l’olio in eccesso procedere subito ad impiattare.
Disporre una fetta di melanzana, sopra di essa i pomodorini appassiti in forno, una manciata di dadini di scamorza, foglioline di basilico, e ripetere l’ordine degli ingredienti fino a formare una piccola monoporzione.Infine spolverare con parmigiano grattugiato e decorare con foglie di basilico
Così proposto  questo piatto della tradizione,  risulterà più leggero e fresco, adatto anche per l’estate.
Provate 🙂

Per questo piatto ENOSCLASS consiglia:
– Falanghina del Taburno doc- secco . 100% falanghina. Al naso: ananas e pera matura, fiori bianchi, gradevole mineralita’. Al gusto : secco, buon alcol, fresco e bella sapidità , persistente. 

Spero di avervi dato una Mano in cucina!;)

 

Attachment-1

Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Paolo ha detto:

    Squisita. Perfetta tradizione meridionale. In Calabria si potrebbe usare il caciocavallo silano e aggiungere le uova sode.

    Liked by 1 persona

    1. CLAUDIA ha detto:

      E bravo Paolo…….. grande suggerimento,da provare per credere

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...